Inquinamento

La capacità delle piante di Vetiver di estrarre elementi inquinanti dalle acque e dal suolo è stata estensivamente messa alla prova negli ultimi trenta anni in tutto il mondo, le applicazioni più comuni sono ai reflui domestici, reflui industriali, scarti minerari, percolato di discarica.

Le piante hanno la capacità di resistere ed utilizzare quantità straordinarie di Azoto, Fosforo, Potassio generando nuovi getti, tollerano e possono incapsulare nell’apparato radicale grandi quantità Metalli Pesanti senza trasferirne grandi dosi nella parte aerea; in associazione con biotecnologie appropriate possono tollerare ed aiutare ad eliminare gli Idrocarburi presenti nel suolo.

Queste capacità la rendono adatta per la messa in sicurezza ed il progressivo disinquinamento di aree intensamente inquinate. La copertura permanente del suolo aiuta a ridurre la volatilità degli inquinanti presenti sul terreno e la loro capacità di trasferirsi nella catena alimentare.

Ecco un sommario delle tolleranze:

  • Elevata tolleranza ad alti livelli di acidità, alcalinità (pH 3.0- 10,5), salinità, sodicità, magnesio.

  • Elevata tolleranza ad alti livelli di o Al, Mn, As, Cd, Cr, Ni, Pb, Hg, Se e Zn.

  • Tolleranza a livelli estremi di Azoto (10000Kg/ha/annum) e Fosforo (1000Kg/ha/annum).

  • Capacità di tollerare ed estrarre la porzione solubilizzata di molecole quali EsaCloroCicloEsano (DDT) da terreni contaminati .

  • Elevati livelli di tolleranza ad erbicidi e pesticidi quali Diuron e Atrazina fino a concentrazioni di 2000mg/L.

  • Contemporaneo comportamento da Xerofita ed Idrofita (adattabilità alle condizioni di siccità estrema ed alla vita in palude) dovuto al particolare apparato radicale verticale e profondo, ricco di sclerenchima. Molto adatta a situazioni di allevamento Idroponico in vasche di trattamento (RZT) per scarichi fognari civili, industriali ed agricoli.

  • Allevata in lagune artificiali arriva a smaltire per evapotraspirazione fino a 279KL/ha/giorno circa 7,5 volte più delle comuni canne.

  • I dati relativi al contenuto di Azoto della biomassa di piante adulte indicano la capacità di estrazione ed eliminazione dei nitrati dagli strati più profondi del terreno.